Il Duomo ed il tesoro di San Gennaro

San Gennaro è famoso nel mondo per il miracolo della liquefazione del suo sangue. Un mistero che continua da secoli.

Per i napoletani dall’esito di questo evento dipendono le sorti di Napoli. Capofila di ben cinquantadue santi protettori non viene considerato solo il santo patrono della città, ma è una figura molto densa di significato. Lui è un santo, un intermediario, un risolutore, ma anche un uomo, uno del popolo.

Il famoso attore comico napoletano Totó disse:

“Se vuoi ricevere una grazia da San Gennaro gli devi parlare da uomo a uomo”.

Tanto è vero questo che quando venne fondato il tesoro, a lui dedicato, i napoletani sottoscrissero un contratto tra loro ed il Santo. Il contratto attribuisce la proprietà del tesoro né alla chiesa né allo stato bensì al popolo napoletano.

In questo i napoletani denotano il loro guizzo di genialità e fantasia che li distingue da qualsiasi altro popolo.

Il tesoro è tra i più preziosi al mondo e la sua ricchezza non sta solo nei metalli e nelle gemme, ma anche nelle opere d’arte che con essi sono state realizzate.

La gloria di San Gennaro è celebrata nella Cattedrale Santa Maria Assunta conosciuta come: “Il Duomo di Napoli”.

Dal suo sottosuolo fino alla guglia più alta è racchiusa tutta la storia della città fino agli inizi del 900.

Il tour comprende la visita del tesoro, la cappella privata di San Gennaro e la cattedrale.

Durata del tour: 2 ore
Equipaggiamento: scarpe comode e abbigliamento casual, cappello e bottiglia d’acqua per le giornate di sole, ombrello e/o giacca impermeabile per giornate di pioggia.